Aiimf: il bilancio di tre settimane di consapevolezza

Firenze, 28 settembre 2020

 

Sono state oltre millecinquecento le persone che hanno partecipato a più di 40 lezioni e conversazioni, gratuite e online, promosse da Aiimf – Associazione italiana insegnanti Metodo Feldenkrais® per tre settimane, dall’11 al 27 settembre.

L’iniziativa ha coinvolto decine di insegnanti in tutta Italia e ha raggiunto un target variegato, donne e uomini di tutte le età interessati a conoscere un metodo che permette anche in maniera autonoma di liberarsi da tensioni superflue, stress e sforzi nella vita di tutti i giorni: dal camminare allo stare ore davanti al pc fino ai movimenti di rotazione che facciamo automaticamente, come quando siamo in macchina e inseriamo la retromarcia. Siamo sicuri della nostra rotazione? O giriamo solo il collo? Dovremmo invece imparare a creare una spirale che permette la rotazione completa del bacino e del resto del busto, così da sentirne tutti i benefici.

Il Metodo Feldenkrais® si propone con un linguaggio e modalità inconsuete ma molto chiare – spiega Stefania Biffi, presidente Aiimf – una delle sue particolarità è lavorare sui gesti quotidiani semplici, quelli che sfuggono alla nostra attenzione, così abituali che non li vediamo più. Quei gesti che negli anni ci hanno dato forma e pensiero e che sono diventati un nostro limite, magari anche con dolore. Il Metodo Feldenkrais® scompone i gesti fino al più piccolo dettaglio, porta a sentirci in un altro spazio di movimento e quando il gesto si ricompone la nostra capacità innata di imparare si è risvegliata e dentro di noi appare una nuova traccia, un nuovo pensiero, un nuovo movimento”.

È stata una esperienza formativa per l’associazione stessa che, in rispetto delle normative ancora vigenti relative all’emergenza sanitaria, si è misurata con la necessità di fare le lezioni a distanza e non in presenza, avendo a mente una delle massime dell’ideatore del Metodo, Moshé Feldenkrais: nessuno può cancellare quello che abbiamo imparato a fare e pensare, ma possiamo imparare nuovi gesti e nuovi pensieri.

Mantenendo tutte le precauzioni essenziali, in molti centri e studi si sta procedendo alla riapertura anche delle lezioni in presenza, sia singole che collettive oltre che tematiche o rivolte a specifici gruppi di interesse come musicisti o sportivi: per tutte le informazioni e i dettagli relativi alle diverse regioni si può contattare la segreteria nazionale di Aiimf ai seguenti recapiti segreteria@feldenkrais.it tel. +39 055 664737.

ph. ©Centro Feldenkrais Carlomauro Maggiore

Comunicato Stampa in pdf

Lascia un commento