Normativa internazionale corsi di formazione

EUROTAB – EUROPEAN and ISRAELI TRAINING ACCREDITATION BOARD

Norme internazionali per l’autorizzazione di un
Corso di Formazione Feldenkrais

Le seguenti Norme per l’autorizzazione di un Corso di Formazione hanno lo scopo di garantire e di promuovere la qualità di ogni Corso riconosciuto di Formazione professionale al Metodo Feldenkrais ®. L’intento principale é di sostenere e di promuovere l’apprendimento di tutti coloro che sono coinvolti in questo processo – gli allievi, gli assistenti formatori, e i formatori – in modo da far sì che il Metodo Feldenkrais possa evolvere ed essere sempre più adatto alla società contemporanea.

CONTENUTI:

Parte I – NORME PER LA RICHIESTA E L’AUTORIZZAZIONE AL CORSO.
Parte II – REQUISITI RELATIVI AGLI ASPETTI ORGANIZZATIVI DEL CORSO DI FORMAZIONE
Parte III – REQUISITI RELATIVI AGLI ASPETTI EDUCATIVI DEL CORSO DI FORMAZIONE

****

Parte I: NORME PER LA RICHIESTA E L’AUTORIZZAZIONE

1. Il Corso di Formazione prepara gli allievi ad acquisire la competenza nella pratica delle due tecniche di Conoscersi Attraverso il Movimento® e di Integrazione Funzionale®.

2. Ciascun programma di Corso di Formazione sarà autorizzato separatamente nella sua interezza.

3. Nei Paesi in cui esiste una Associazione di professionisti/insegnanti formalmente riconosciuta, il TAB (Training Accreditation Board – Consiglio per l’autorizzazione dei corsi di Formazione) consulterà tale Associazione nazionale. Nessun Corso di Formazione sarà autorizzato, in un dato paese, senza la preventiva consultazione della relativa Associazione Nazionale dei professionisti Feldenkrais. La proposta del Corso di Formazione deve essere accompagnata da una lettera riguardante il Corso di Formazione da parte dell’Associazione Nazionale dei professionisti. Ogni paese può stipulare un accordo particolare con il TAB circa il ruolo che l’Associazione stessa vuole svolgere nella procedura di autorizzazione di una proposta.

4. Il Corso non può iniziare prima che sia stata concessa l’autorizzazione.

5. La proposta di corso di formazione sarà esaminata dal TAB per l’eventuale approvazione entro tre mesi dal suo ricevimento; tale proposta deve rispondere a tutti i criteri fissati dal TAB. Il personale del TAB verificherà che la richiesta sia completa e, se è il caso, scriverà agli organizzatori del Corso per richiedere dati aggiuntivi ritenuti necessari, prima che la proposta sia inserita all’ordine del giorno del TAB stesso per l’esame di merito.

6. Pubblicità e materiale promozionale (modifiche del maggio 2014):

  1. Vengono considerata pubblicità i materiali stampati che annunciano un Corso di Formazione al pubblico o ai professionisti Feldenkrais, agli insegnanti e/o allievi del Metodo Feldenkrais. Una eventuale lettera di intenti o l’annuncio di un “progetto” o qualsiasi documento con scopo analogo, stampato su riviste o giornali Feldenkrais o in qualsiasi altra pubblicazione o luogo, devono essere considerati pubblicità.
  2. La pubblicità diffusa prima dell’autorizzazione deve includere una dichiarazione che il proponente intende inviare richiesta di autorizzazione.
  3. La pubblicità dovrebbe specificare che in certi Paesi/Stati l’esercizio della professione potrebbe essere soggetto ad autorizzazioni di legge, le quali leggi subordinano l’esercizio della pratica professionale al possesso, da parte degli insegnanti Feldenkrais, di requisiti specifici.
  4. La pubblicità deve precisare che né Conoscersi Attraverso il Movimento, né l’Integrazione Funzionale possono essere esercitati professionalmente fino a che la persona non avrà conseguito il relativo certificato da parte del Corso di Formazione accreditato.
  5. L’autorizzazione provvisoria a insegnare Conoscersi Attraverso il Movimento conferisce lo status temporaneo di Allievo/Insegnante e subordinato all’impegno a completare e a soddisfare tutti i requisiti previsti per il conseguimento del certificato finale.
  6. Marchi registrati:
    1 – il Corso di Formazione si conformerà con tutte le richieste relative all’uso dei marchi registrati del paese nel quale il coso viene svolto. Per informazioni sulle condizioni di uso dei marchi registrati nazionali rivolgersi alla Associazione/Guild del paese in cui il corso viene svolto.
    2 – i marchi registrati verranno usati in modo idoneo in tutto il materiale promozione del corso di formazione.

Nel Nord America, deve essere usata chiaramente la seguente frase: Feldenkrais, Functional Integration, Awareness Through Movement sono marchi registrati della Feldenkrais Guild).
Se viene usata l’espressione Guild Certified Feldenkrais Practitoner (Professionista Feldenkrais attestato dalla Guild) – va usato il simbolo SM (Service Mark) fino a che non viene attribuito il simbolo ® Marchio Registrato che andrà incluso nella scritta di cui sopra. Gli opuscoli, gli annunci del Corso di Formazione, devono essere esaminati prima della loro pubblicazione dall’ufficio della Guild (che richiederà almeno 5 giorni) per l’uso dei Service Mark.

7. Quando sia presente nella stessa area geografica più di un Corso di Formazione ci si aspetta che gli organizzatori dei Corsi siano in comunicazione tra di loro per soddisfare i bisogni dell’area e per facilitare la coordinazione tra le due organizzazioni dei corsi.

8. E’ inteso che il Corso di Formazione dovrà procedere secondo quanto illustrato nella Richiesta per ciò che riguarda i contenuti educativi, il personale da impiegare, la località del corso, la struttura, eccetera. Il TAB deve essere informato il più presto possibile, e per iscritto. di qualsiasi cambiamento, programmato o meno, riguardo a questi campi sopra accennati. Cambiamenti significativi del programma del Corso potrebbero far decadere l’autorizzazione.

9. Includere nella richiesta alcune considerazioni sull’attuale distribuzione geografica degli insegnanti/professionisti Feldenkrais e sui bisogni da soddisfare della suddetta comunità. In particolare dovrà essere specificato in che modo saranno forniti i seguenti servizi:

  1. Un sistema di sostegno educativo durante il Corso di Formazione e di continuità tra i segmenti, come ad esempio gruppi di studio, lettere informative, eccetera.
  2. Opportunità di frequentare corsi di aggiornamento dopo il completamento del Corso di Formazione.
  3. Attenzione ai modi in cui la pratica professionale può essere sviluppata.

10. Includere nella richiesta una dichiarazione che confermi che il corso è in accordo con le leggi locali e statali e che tutti i permessi e le autorizzazioni necessarie per condurre un Corso di Formazione Professionale sono state ottenuti.

11. Il Corso di Formazione dovrà avere la durata di un minimo di tre anni (36 mesi) ed includere un minimo di 800 ore di insegnamento svolte nell’arco di almeno 160 giorni di corso. Nei segmenti del corso che superino i dieci giorni deve essere previsto almeno un giorno di riposo ogni 7 giorni di lezione.

Parte II – REQUISITI RELATIVI AGLI ASPETTI ORGANIZZATIVI DEL CORSO DI FORMAZIONE

12. Un Formatore (Trainer) deve essere presente per tutte le 800 ore, eccetto in caso di circostanze straordinarie e di breve durata. Tuttavia un massimo di 8 giorni dell’intero corso può essere insegnato da un Assistente formatore esperto (e cioè con un minimo di 8 anni di esperienza come Assistente formatore e 320 giorni di lavoro neri corsi di formazione ) o da un Candidato Trainer senza la presenza del trainer ma con la sua supervisione, a discrezione del Direttore Didattico.

Le domande devono contenere le date esatte di svolgimento del Corso, con la lista degli Insegnanti Formatori che insegneranno in quelle date specifiche. Vanno accluse inoltre le lettere di impegno di tutti i Formatori (o di Formatori sostituti) con il periodo esatto in cui insegneranno.

13. Ogni Corso di Formazione deve avere un Direttore didattico e un Direttore Amministrativo (In alcuni casi, la stessa persona può ricoprire entrambi i ruoli).

14. Riguardo la funzione amministrativa, un persona sarà responsabile degli aspetti finanziari e organizzativi, incluso la relazione con la locale associazione degli insegnanti e con il TAB. Questa funzione può essere ripartita fra più persone.

15. Il Direttore Amministrativo deve essere un cittadino del paese nel quale il Corso di Formazione avrà luogo o esserne un residente permanente, altrimenti, se non è nessuno dei due, deve conoscere le leggi, la lingua e le usanze di quel Paese. Un componente dello staff organizzativo sarà presente sul posto, durante il corso, tutte le volte che sarà necessario.

16. La richiesta dovrà includere:

  1. I nomi del Direttore Didattico e del Direttore Amministrativo.
  2. La lista dei titoli e dei compiti delle persone responsabili degli aspetti professionali e amministrativi.
  3. La località dove il Corso di Formazione sarà svolto.
  4. Le date esatte con l’indicazione di come sarà soddisfatto il requisito minimo di 200 ore di lezioni per ciascun anno.
  5. La lista degli Formatori e degli Assistenti Formatori che hanno verbalmente accettato.
  6. Le lettere di tutti i Formatori con le quali essi hanno accettato di partecipare al Corso di Formazione, con l’indicazione delle date in cui insegneranno.
  7. La descrizione della procedura e dei criteri che verranno usati per l’eventuale allontanamento di un allievo dal Corso.
  8. La descrizione del processo di conferimento del Certificato.
  9. Le quote di iscrizione e il bilancio per ciascuno dei quattro anni, in valuta locale.
  10. La descrizione delle strategie di scambio comunicativo e di valutazione relative per monitorare il procedere della formazione, degli allievi, degli Assistenti Formatori e del lavoro dei Formatori.
  11. La copia del contratto che verrà stipulato tra l’organizzazione del Corso e gli allievi.

17. Al TAB verrà pagata un corrispettivo per l’espletamento delle procedure di autorizzazione. I corrispettivi attuali sono:

  1. Corrispettivo per la presentazione della richiesta (non rimborsabile): per l’Europa: Euro 450. Tale versamento è fatto una tantum, da allegare alla richiesta.
  2. Per le Richieste presentate al NaTAB (North American Training Accreditation Board) il contributo (non rimborsabile) e di 100 $/per allievo/per anno/per ciascun Corso di Formazione, pagabile all’ufficio della Guild all’inizio di ogni anno di corso, con verifica e compensazioni corrispondenti nel caso di nuovi inserimenti o di rinunce di allievi.
  3. Per proposte presentate all’EuroTAB il contributo ammonta al 2% della quota di iscrizione annuale, moltiplicato per il numero di allievi per anno, pagabile alla fine dell’anno di corso all’ufficio dell’EuroTAB Council. Il totale di questa quota-allievo e da versare non potrà superare i 70 Euro.

18. Nel Nord America è obbligatorio iscrivere gli allievi alla Guild. La quota di iscrizione é stabilita in 60 $/per anno solare/per allievo. Il pagamento delle quote per il primo anno può essere proporzionalmente ridotto nel caso il corso cominci ad anno inoltrato. Entro il 25esimo giorno di inizio corso dovranno essere pagate alla Guild le quote per gli allievi e inviata la lista dei nominativi degli allievi e i relativi indirizzi. Successivamente l’ufficio della Guild emetterà una ricevuta annuale agli organizzatori del corso per la riscossione della cifra totale.

In Europa e in Israele va versato un contributo annuale all’associazione nazionale Feldenkrais indipendente dall’iscrizione o meno dell’allievo all’associazione. Il versamento é stabilito in 20 Euro/per anno solare/per allievo. I contributi dovranno essere versati entro il 25esimo giorno di inizio corso con acclusa la lista dei nominativi e relativi indirizzi degli allievi.

I contributi vanno versati nel modo seguente:
– per tutti gli allievi in formazione il contributo è versato all’associazione del paese dove il corso si svolge, e ciò indipendentemente dal paese di residenza dell’allievo.
– per quei paesi che non hanno ancora una Guild/Associazione, l’organizzatore del corso verserà i contributi all’ETC-EuroTAB Council. Una volta che l’associazione sarà costituita e che sarà diventata membro dell’ETC, l’ETC trasferirà questo ammontare all’associazione. La lista dei nominativi e gli indirizzi degli allievi andranno inviati all’ETC, che passerà i nomi e gli indirizzi all’associazione che ne ha diritto.

19. In Nord America gli allievi in formazione riceveranno, entro il primo anno di corso, una cartella con materiale informativo da parte della Guild.

20. Non è necessario allegare alla richiesta di autorizzazione le lettere di accettazione degli Assistenti Formatori, tuttavia ci si aspetta che vengano presi accordi formali tra gli organizzatori del Corso di Formazione e gli Assistenti Formatori.

21. Se per un determinato segmento del corso è programmata la presenza di un Assistente Formatore in veste di Formatore (in quanto si prevede che il suddetto Assistente avrà, per quella data, ottenuto tale titolo) allora è necessaria una lettera da parte di un Insegnante Formatore con la quale questi si impegna a coprire tale periodo di insegnamento nel caso che l’Assistente Formatore non sia riconosciuto Formatore nei tempi previsti.

22. Si raccomanda che gli Assistenti Formatori ingaggiati per il terzo o quarto anno di corso abbiano esperienza di insegnamento nel primo e nel secondo anno.

23. Tutti i Formatori e gli Assistenti Formatori devono essere membri di un’associazione riconosciuta di insegnanti/professionisti del Metodo.

24. L’organizzatore del Corso di Formazione e almeno un membro dell’equipe educativa di ciascun segmento dovrebbero parlare la lingua nativa del paese, eccetto per quei paesi per cui un numero insufficienti di Formatori e di Assistenti parla tale lingua.

Parte III – REQUISITI RELATIVI AGLI ASPETTI EDUCATIVI DEL CORSO DI FORMAZIONE

25. Un Corso non può accettare più di 80 partecipanti al corso, non può avere più di 80 partecipanti nello stesso luogo e non può, inoltre, conferire il certificato a più di 80 persone (fatta eccezione di ospiti e visitatori).

26. Alla richiesta va allegato un piano didattico chiaro ed esauriente, che includa: un profilo delle abilità particolari e generali e delle capacità funzionali che il corso intende coltivare, le strategie educative che saranno usate allo scopo di fornire esperienze di apprendimento agli allievi, e infine come queste strategie si evolveranno lungo l’arco del Corso di Formazione.

27. Alla richiesta va allegata la descrizione della procedura e dei criteri che saranno seguiti nella selezione di coloro che faranno domanda di iscrizione al corso. Si incoraggia la diversità di provenienza quanto a professioni, occupazioni e campi di attività. Gli allievi saranno accettati nel Corso di Formazione al Metodo Feldenkrais senza distinzioni di razza, genere, religione, limitazioni fisiche, età o orientamento sessuale, purché soddisfino completamente le altre condizioni descritte nel presente regolamento.

28. Per partecipare al corso e richiesta una precedente esperienza del Metodo Feldenkrais, sia di Integrazione Funzionale, sia di Conoscersi attraverso il Movimento.

29. Tra gli organizzatori e gli allievi accettati nel corso dovrà essere stipulato un contratto. Questo contratto includerà:

  1. il numero di lezioni di Integrazione Funzionale che saranno impartite.
  2. le quote di iscrizione, le condizioni di pagamento e le responsabilità in caso di mancato pagamento delle rate.
  3. il numero delle ore di lezione e gli anni di durata.
  4. le procedure di valutazione durante la formazione.
  5. le cause e le procedure di esclusione dal corso.
  6. la durata massima delle assenze consentite durante il corso.
  7. l’autorizzazione ad insegnare Conoscersi Attraverso il Movimento dopo il periodo di tempo designato.
  8. le procedure di conferimento del certificato.
  9. una clausola in cui l’allievo dichiara la propria intenzione di completare i 4 anni di formazione nel medesimo corso.
  10. una dichiarazione relativa alla copertura assicurativa che l’organizzatore offre.
  11. la descrizione di quando e come le diciture dei marchi registrati e il simbolo grafico (il logo) del Metodo Feldenkrais potranno essere usati.
  12. una clausola relativa alla necessità, per certi casi, stati, regioni o paesi, di adeguarsi alle leggi vigenti circa l’esercizio dell’attività di manipolazione con il cliente.
  13. una clausola che il Corso di Formazione è organizzato seguendo le normative delle commissioni internazionali di autorizzazione
  14. la dichiarazione dell’allievo che si impegna a completare il corso in 7 anni.
  15. una dichiarazione in cui gli allievi si impegnano a non farsi pubblicità di nessun tipo durante i primi due anni del corso.
  16. una dichiarazione per la quale, firmando il contratto, l’allievo autorizza l’inserimento dei suoi dati, (nome, indirizzo, data e luogo di nascita, telefono, fax, e-mail, ruolo nella comunità Feldenkrais, eccetera) in una banca dati Feldenkrais.

30. Il Direttore Didattico è responsabile della completezza dell’intero processo di Formazione. Deve essere un Formatore Autorizzato dall’Associazione con almeno due anni di esperienza in questo ruolo. Fino al 1993 potrà coprire tale ruolo anche un Assistente Formatore con ampia esperienza nella Formazione Professionale al Metodo Feldenkrais. A partire dal 1995 sarà necessario, per poter essere Direttore Didattico di un corso, essere un Formatore con almeno due anni di esperienza nella funzione di Insegnante Formatore.

a) Per garantire la continuità il Direttore Didattico, o una persona appartenente all’equipe didattica, deve essere presente per il 100 % durante lo svolgimento del Corso. Il Direttore Didattico in persona sarà presente almeno il 50 % del tempo.

Continuità – Il TAB ha delineato in maggior dettaglio il significato della continuità e ciò che deve essere fatto nei Corsi di Formazione e nelle richieste di autorizzazione. La preferenza va verso una equipe educativa composta da Formatori e Assistenti Formatori con molta esperienza e che quindi siano essi a svolgere questo ruolo per garantire la continuità. Per adempiere a questa funzione di continuità possono essere usate varie modalità, manuali, materiali programmati e comunicazioni con il Direttore Didattico, tenendo conto della situazione specifica di ciascun Corso di Formazione. Il punto principale è rimanere in comunicazione con il TAB riguardo a come questa funzione sarà ed è svolta.
La richiesta deve specificamente prendere in considerazione questa funzione di continuità. Se il Direttore Didattico non è presente per il 100% del tempo il piano educativo deve prendere in considerazione i seguenti aspetti della continuità:
– come il Formatore che viene ad insegnare sarà messo a conoscenza del piano educativo, di cosa ha preceduto il segmento attuale, includendo tutto ciò che c’è da sapere riguardo i bisogni specifici del gruppo o di qualche allievo in particolare.
– come il Direttore Didattico verrà messo a conoscenza del segmento svolto, includendo, se indicato, tutto ciò che riguarda qualche allievo particolare.
– come viene soddisfatto il bisogno degli allievi di avere la presenza affidabile e sicura di un componente dell’equipe educativa.

b) La funzione di direzione didattica del Corso di Formazione può essere condivisa da diverse persone costituenti una equipe educativa, o da Co-direttori Educativi.
c) La funzione di direzione didattica del Corso di Formazione include:

c1) Lo sviluppo e la realizzazione pratica del piano didattico, e la coordinazione del processo educativo.
c2) La coordinazione e l’integrazione di tutti i Formatori e di tutto il personale docente nel processo.
c3) La valutazione permanente del processo educativo, incluso il modo in cui esso viene accolto dagli allievi.
c4) La valutazione degli allievi per il conferimento del certificato.

31. Il piano didattico deve contenere la descrizione di come i materiali didattici di Moshe Feldenkrais saranno utilizzati nel Corso e di come gli allievi verranno esposti al Maestro e ai suoi insegnamenti.

32. Nei paesi dove la lingua principale degli allievi non è l’Inglese sarà fornita la traduzione del materiale didattico.

33. E’ previsto che l’insegnamento di Conoscersi Attraverso il Movimento faccia parte del curriculum di studi per tutto la durata del quadriennio di formazione. Il piano didattico dovrà specificare in che modo Conoscersi Attraverso il Movimento sarà insegnato in relazione all’Integrazione Funzionale.

34. Durante il corso gli allievi dovranno fare l’esperienza di almeno quattro Formatori diversi. Un singolo Formatore può al massimo insegnare per il 50 % del tempo totale. Tuttavia un Direttore Didattico che ha diretto un minimo di due corsi di formazione può insegnare un massimo del 60%. Il restante 50 % (o 40%) sarà insegnato, come minimo, da almeno altri tre Formatori. Il tempo minimo in cui un Formatore può insegnare al gruppo è di dieci giorni. Il piano didattico indicherà in che modo verrà attuato questo principio importante della varietà di insegnamento.

I 3 TAB hanno discusso la procedura per attuare questo cambiamento e hanno concordato che possono esserci variazioni da un continente all’altro nel caso di corsi che si stanno svolgendo.
L’EuroTAB faciliterà il cambiamento come segue:

  1. Per i corsi che non sono stati ancora autorizzati, l’EuroTAB accoglierà le richieste che includono tale cambiamento come riportano sopra.

  2. Per i corsi che si stanno svolgendo l’EuroTAB accoglierà le richieste di cambiamento del piano didattico già autorizzato, permettendo al Direttore Didattico (dando per scontato che egli abbia diretto già un minimo di due corsi) di insegnare il 10% in più (16 giorni) ma solo se questo non condiziona il requisito della ”varietà significativa” (la presenza di almeno 3 altri trainer – e ognuno per un minimo di 10 giorni (variazione del 23.3.2004).

35. Ad ogni allievo verranno offerte, come parte della formazione ed incluse nell’insegnamento, come minimo 12 lezioni di Integrazione Funzionale. Tutte queste lezioni saranno date sotto la direzione del Direttore Didattico. Di queste 12 lezioni almeno 1 deve essere data da un trainer. Insegnanti esperti con almeno 5 anni di esperienza possono dare fino a massimo 5 lezioni. Tutto il resto delle lezioni sarà dato da un Formatore o Assistente Formatore. Di norma, la maggior parte di queste lezioni sarà impartita al di fuori delle 800 ore di lezioni del corso.

36. Nello prima meta del programma ci sarà una media di un Formatore o Assistente Formatore ogni 20 partecipanti o frazione. Per Corsi di Formazione con un numero complessivo di partecipanti inferiore a 40, nella prima meta della formazione ci può essere un Formatore ogni 30 partecipanti o frazione. Nella seconda meta di tutti i Corsi di Formazione, il rapporto sarà di 1 a 15.

37. Ad ogni allievo deve essere data l’opportunità di insegnare Conoscersi Attraverso il Movimento con supervisione, prima che egli venga autorizzato a insegnare CAM al pubblico. Tale autorizzazione non sarà concessa prima che l’allievo abbia completato 80 giorni interi di Corso.

38. Nell’ultimo quarto del corso ogni allievo deve avere la possibilità di insegnare almeno due lezioni di Integrazione Funzionale con supervisione.

39. Gli allievi del corso avranno l’autorizzazione ad insegnare Conoscersi Attraverso il Movimento, a scopo di apprendimento personale, dopo aver frequentato due anni del Corso di Formazione professionale. Un allievo che abbandoni il Corso di Formazione dopo due anni di frequenza, ma prima di ricevere il certificato finale, perde il diritto ad insegnare Conoscersi Attraverso il Movimento, a meno che non gli sia stato concesso il permesso di assentarsi per un periodo di tempo.

40. Nel Nord America gli allievi di un corso hanno il permesso di chiamarsi “Insegnanti di Atm Autorizzati”, e non “Certificati”, fino a che non avranno completato il corso.

41. Gli allievi di un Corso di Formazione possono assentarsi per non più di cinque giorni all’anno, e per non più di dieci, in totale, durante l’intero Corso di Formazione, senza doversi impegnare formalmente con il Direttore Didattico e con il personale docente a recuperare le lezioni perdute.
In ogni caso l’allievo ha la responsabilità di recuperare i contenuti dei materiali che ha perso a causa dell’assenza. Gli allievi sono tenuti a recuperare tutto il tempo delle lezioni perse oltre il massimo consentito, programmando il recupero con l’assistenza del Direttore Didattico e degli insegnanti del Corso di Formazione.
Quando viene recuperato un intero segmento in un altro Corso di Formazione, si richiede che gli argomenti trattati siano comparabili, sia nel contenuto, sia nel livello del processo di formazione. Il recupero deve esser effettuato il più presto possibile.
In Europa, Israele e Nord America nessuno può entrare a far parte di un corso, una volta che ha perso il primo anno del corso (40 giorni/200 ore).

42. Il Corso di Formazione che prepara l’allievo per il certificato, e/o che gli conferisce tale certificato, ha la responsabilità di verificare che l’allievo abbia soddisfatto tutte le condizioni e i requisiti necessari per ottenere il certificato stesso.

43. Un allievo in formazione che desideri trasferirsi da un Corso di Formazione ad un altro è tenuto ad ottenere dal Direttore Didattico e dal Direttore Amministrativo del corso di appartenenza una lettera indicante le quote pagate, il numero dei giorni di corso completati, le parti del programma che sono state completate e il nullaosta a continuare la formazione altrove.

44. Se un allievo deve interrompere il Corso di Formazione e desidera continuare in un altro corso dopo che è passato un certo periodo di tempo, il TAB deciderà, esaminando caso per caso, se l’allievo ha ancora i requisiti per continuare la formazione. Un Corso di Formazione deve essere completato nell’arco di sette anni.

45. E’ prevista una formula di ospitalità per i visitatori (allievi provenienti da altri corsi e insegnanti con certificato) e per gli ospiti.

46. Descrivere nella proposta le strategie permanenti di feedback e di valutazione al fine di permettere la verifica di come progredisce la formazione, l’apprendimento da parte degli allievi, il lavoro degli Assistenti Formatori e le prestazioni degli altri Formatori.

47. Ogni 20 giorni di corso devono essere inviati al TAB i moduli richiesti (compliance form) relativi allo svolgimento del corso. Per corsi che prevedono tre segmenti all’anno, è più facile per gli esaminatori del TAB, se i moduli vengono inviati alla fine di ciascun segmento.

Dichiarazione di impegno (Declaration of Obligation): come parte del processo di autorizzazione del corso in Europa e Israele, l’organizzatore del coso è tenuto a firmare una Dichiarazione di impegno nella quale sottoscrive l’obbligo di seguire questa normativa ed adempiere ai suoi impegni, e di pagare le relative quote come precisato ai punti 17 e 18.


Rivisto e approvato dall’EuroTAB, dal North American TAB e dal Consiglio Direttivo della Feldenkrais Guild – 1992. Aggiornato nel 1994. Modificazioni nella struttura delle quote per l’EuroTAB – luglio 1999 e Aprile 2001. Ulteriori cambiamenti sono riportati in parentesi.

Contatti

AIIMF
Associazione Italiana Insegnanti
Metodo Feldenkrais
Via del Ghirlandaio 29
50121 Firenze – FI
Telefono: +39 055 664737
Email: info@feldenkrais.it